Giacomo Puccini, uno dei compositori più importanti di sempre, ha sempre amato la sua terra d’origine: la Toscana. Nato a Lucca ma stregato perdutamente dal fascino di Torre del Lago, non ha mai abbandonato questi contesti che, più volte, lo hanno ispirato per la realizzazione delle sue opere di fama internazionale: La bohème, Tosca, Madama Butterfly  e Turandot.

Per rendere omaggio al maestro, la Fondazione Festival Pucciniano organizza ogni anno a Torre del Lago il Mese Pucciniano: un ricco cartellone di eventi, in programma da novembre a dicembre.

Il Mese Pucciniano ha luogo tra il 29 novembre, la Giornata della Memoria ovvero l’anniversario della scomparsa di Giacomo Puccini, e il 22 dicembre, la data della nascita del Maestro.

Il 22 dicembre si celebra anche il Premio Puccini, un prestigioso  riconoscimento dato ai migliori interpreti dell’opera lirica pucciniana, istituito nel 1971. Il Premio Puccini viene consegnato ogni anno  nel corso del Mese Pucciniano – inaugurato il 29 novembre, giorno della morte del compositore, e concluso nel giorno del suo compleanno il 22 dicembre. Il premio consiste in una statuetta dorata che riproduce l’immagine immediatamente riconoscibile di Giacomo Puccini, col cappello a larghe tese un po’ inclinato, il bavero del cappotto alzato e una sigaretta stretta in un angolo delle labbra, ricalcando l’immagine scolpita da Paolo Trubetzkoy nella statua che dal 1949 è situata sul piazzale di Torre del Lago, davanti alla Villa del Maestro.

Solitamente, nel Mese Pucciniano vengono organizzati numerosi appuntamenti all’insegna di concerti, conferenze e spettacoli; gli eventi si concludono il 1  gennaio con il Concerto di Capodanno.